Perche’ guardi nel mio orto
e non ti preoccupi del tuo?
Forse sei invidiosa
della mia serenita’,
o vuoi un alibi per giustificare
gli insuccessi della tua esistenza,
aggrappandoti a false giustificazioni
e commiserando il tuo non essere?
La tua invidia ti distrugge
e non ti fa andare avanti.
Continui a brancolare nel buio
della tua meschina esistenza,
non ti accorgi di cio’che ti accade,
distratta come sei dai miei successi.
Io non sono come te,
non mi curo di cio’ che fai,
penso solo al mio orto,
curandolo e raccogliendo i frutti
che la vita mi offre.

Antonio Pierri